Il nostro sito web utilizza i cookie per assicurarti una miglior navigazione.
Continuando a navigare sul nostro sito accetti l'utilizzo dei cookie. Per saperne di più clicca qui

Weber - Saint-Gobain

Diagnosi e preparazione dei supporti esistenti

 

 

Diagnosi dei supporti esistenti

Vecchie impermeabilizzazioni e coperture in cemento amianto

Come si degradano.

Le vecchie impermeabilizzazioni bituminose presentano spesso bolle, distacchi o rigonfiamenti.

Le vecchie guaine seccano e prendono l'aspetto di "pelle di coccodrillo".

Le coperture in cemento-amianto e fibrocemento spolverano e si sbriciolano; spesso inoltre sono ricoperte da muschi o muffe.

L'impermeabilizzazione di murature nelle cantine

Come preparare le superfici.

Dal suono del martello individuare le zone staccate o deboli.

Verificare che l'intonaco sia cementizio, nel dubbio rimuoverlo.

Rimuovere pitture e rivestimenti dagli intonaci cementizi e spazzolare fino a completa pulizia.

L'impermeabilizzazione di locali interrati in calcestruzzo

Come intervenire.

Verificare presenza di intonaci, rivestimenti o pitture. Verificare l'assorbimento ed eliminare con idropulitrice eventuali tracce di disarmanti.

Le infiltrazioni sono evidenziate da colature di colore bianco (calcare) o ruggine (presenza di ferri).

Scalpellare per 2÷3 cm le zone di venuta d'acqua e sigillare con weber.dry bloc (cemento impermeabilizzante a presa istantanea).

Preparazione dei supporti esistenti


Vecchie impermeabilizzazioni e coperture

Come intervenire.

Lavare le vecchie impermeabilizzazioni bituminose e fare asciugare. Sfiammare bolle e distacchi e risistemare. Applicare quindi weber.dry S24 o weber.dry S23 in due mani incrociate.

Lavare cemento-amianto e fibrocemento con soluzione al 10% di ipoclorito di sodio, sciacquare bene e far asciugare. Incapsulare con weber.dry S24 dato in due mani, in colori contrastanti.

Le superfici in cemento-amianto e fibrocemento sfarinati saranno trattate con weber.prim RA13 . Incapsulare con weber.dry S24 in due mani di colori contrastanti. Trattare con weber.prim PF15 amianto in caso di rimozione.

L'impermeabilizzazione di murature nelle cantine

Come preparare le superfici.

Rimuovere totalmente intonaci a calce o gesso, mettendo a nudo il muro e lavare bene. Chiudere eventuali venute d'acqua con weber.dry bloc.
Verificare consistenza e planarità dei supporti.

Regolarizzare le cavità superiori a 2 cm con weber.tec ripara40, e con weber.tec ripara40 o weber.tec ripararapido40 eseguire una guscia tra pavimento e parete.

La superficie è pronta per essere impermeabilizzata con il cemento osmotico weber.dry OS520 impiegato nello spessore di 10÷15 mm.

L'impermeabilizzazione di locali interrati in calcestruzzo

Come preparare la superficie.

Dopo aver rimosso gli intonaci, rivestimenti e pitture, scalpellare riprese di getto, nidi di ghiaia, ferri e legni per circa 3 cm di profondità.

Ripristinare con malta antiritiro weber.tec ripara40 o weber.tec ripararapido40. Utilizzare weber.dry bloc per chiudere venute d'acqua.

Con impiego di malta antiritiro weber.tec ripara40 o weber.tec ripararapido40 eseguire raccordi triangolari di circa 10 cm e far maturare 3÷4 giorni.