Il nostro sito web utilizza i cookie per assicurarti una miglior navigazione.
Continuando a navigare sul nostro sito accetti l'utilizzo dei cookie. Per saperne di più clicca qui

Weber - Saint-Gobain

Diagnosi dei supporti esistenti

 

 

Tipo di intonaco

Come riconoscere la natura dell'intonaco di sottofondo e della malta di allettamento

In passato le murature venivano costruite ed intonacate con malte variamente composte (terra, argilla, paglia, calce aerea, sabbia…); esse sono generalmente friabili e poco resistenti.

Recentemente sono state sostituite con malte a base di leganti idraulici (calce idraulica, cemento); la loro consistenza dipende dal dosaggio e dalla natura dei leganti.

In alcuni edifici le murature sono state assemblate ed intonacate con calce; generalmente queste malte sono tenere e di granulometria fine.

Adesione dell'intonaco

Come verificare l'adesione di un intonaco al supporto

Quando si predispongono i ponteggi sondare sempre la totalità delle superfici di facciata.

Sondare con un martello tutte le parti accessibili; prestare particolare attenzione alle fessure in modo da valutare se l'intonaco in queste zone "suoni a vuoto".

Se le superfici che denunciano il distacco sono molte, eliminare la totalità dell'intonaco; se i distacchi sono parziali, eliminarli ed eseguire i rappezzi.

Consistenza dell'intonaco

Come valutare la consistenza di un intonaco

Sondare la consistenza con un cacciavite ruotandolo o puntandolo in più zone.

Se il cacciavite non penetra, l'intonaco viene considerato consistente.

Se il cacciavite penetra leggermente l'intonaco è sufficientemente coeso; se il cacciavite entra facilmente in profondità, bisogna eliminare completamente l'intonaco.

Tipo di rivestimento

Come riconoscere la natura del rivestimento

Le pitture sintetiche sotto l'azione di una fiamma in genere diventano molli.

I rivestimenti sintetici a spessore (1÷3 mm) sotto l'azione di una fiamma diventano anch'essi molli.

I rivestimenti minerali a base di calce-cemento, le pitture ed i rivestimenti ai silicati sono insensibili all'azione della fiamma.

Adesione del rivestimento

Come verificare l'adesione della finitura al supporto

Per pitture su supporti lisci, fare il test di quadrettatura: incidere la superficie pittura con tagli verticali ed orizzontali realizzando una maglia di 2x2 mm su una superficie di 10x10 cm. La pittura è considerata aderente se l'80% dei quadrati rimane aderente al supporto.

Per pitture su supporti ruvidi o per rivestimenti sintetici a spessore, controllare l'adesione al supporto con l'ausilio di una spatola.

Per rivestimenti minerali a base di calce-cemento o ai silicati, procedere come per gli intonaci di sottofondo.

Porosità del supporto

Come valutare la porosità del supporto.

Gettare dell'acqua sul muro.

Se l'acqua scorre sulla superficie senza essere assorbita, il supporto è poco poroso per natura o è stato trattato con prodotti idrorepellenti.

Se l'acqua viene assorbita rapidamente, il supporto è molto poroso.