Il nostro sito web utilizza i cookie per assicurarti una miglior navigazione.
Continuando a navigare sul nostro sito accetti l'utilizzo dei cookie. Per saperne di più clicca qui

Weber Saint-Gobain - Official website of the company

Come eseguire un isolamento a cappotto con un intonaco termico

Problemi

Risparmio energetico: benessere per la salute....e il portafogli

Il risparmio energetico è una nostra priorità. Oltre che obbligo di Legge per le nuove costruzioni e le ristrutturazioni (Legge 10/91 e successive integrazioni), è incentivato dalle disposizioni contenute nella attuale legge Finanziaria.

Il patrimonio edilizio italiano è costituito da 26 Milioni di abitazioni, di cui solo il 10% costruito dopo l'entrata in vigore della Legge 10/91, e dotato perciò di isolamento termico. Una casa ben isolata con i criteri moderni richiede, per il solo riscaldamento, solo 1/5 del combustibile necessario a scaldare case male isolate. Ciò per un alloggio di 90 mq equivale ad un risparmio di circa 1000 litri di gasolio ogni anno.

Il DPR 412/93 ha suddiviso l'Italia in fasce climatiche, attribuendo ad ogni Comune uno speciale "punteggio" definito "Gradi-Giorno" che consente il calcolo del fabbisogno energetico invernale degli edifici. Più del 40% delle abitazioni italiane appartiene alla fascia E (da 2100 a 3000 Gradi-Giorno).

L'isolamento a cappotto rinnova le facciate e fa risparmiare

Una casa ben isolata riduce più velocemente i costi per il riscaldamento, dando ulteriori vantaggi di benessere e comfort abitativo. L'effettuazione di un buon isolamento termico riduce quindi ancor più il tempo di recupero della spesa sostenuta, con ulteriori vantaggi.

L'intonaco termico, per la sua leggerezza, è particolarmente utile su supporti irregolari. E' buona norma, visti gli elevati spessori di applicazione, eseguirlo in più mani ed utilizzare reti porta-intonaco. E' utilizzabile anche in interno quando per motivi tecnici, estetici o economici non sia possibile intervenire sull'esterno.

L'intonaco termico è l'ideale proseguimento verso l'alto dell'effetto coibente del webersan evothermo eseguito nella fascia bassa di fabbricati soggetti ad umidità ascendente.

Soluzioni

Soluzione:

weber.therm x-light 042

Preparazione

Inumidire a rifiuto il supporto prima dell'applicazione del prodotto. Attendere quindi la scomparsa del velo d'acqua superficiale. In climi caldi, secchi e molto ventilati, è opportuno ripetere questa operazione la sera precedente ed il mattino seguente, subito prima dell'applicazione.

Su superfici poco assorbenti o lisce (come il calcestruzzo), applicare preventivamente webermix rinzaffo (attendendo almeno 4 ore ma non oltre 3 giorni prima di applicare weber.therm x-light 042) o effettuare un rinzaffo uniformemente coprente di webertec BTconsolida35 oppure a base di cemento e sabbia (1 parte di cemento e 1,5 ÷ 2 parti di sabbia lavata di granulometria minima 3 mm, massima 7 mm) e far maturare almeno 2÷3 giorni.

Applicazione

Impastare weber.therm x-light 042 con 6,0÷6,5 litri di acqua pulita per sacco oppure regolare attentamente la quantità d'acqua mediante il flussimetro dell'intonacatrice (variabile in funzione della tipologia e dell'usura del polmone, evitando comunque di superare i 380 l/h).

Realizzare delle fasce con il prodotto stesso e/o regoli di legno o metallo, per delimitare le superfici da realizzare e per determinare lo spessore di applicazione.

Applicare weber.therm x-light 042 in più mani, applicando la successiva quando la precedente ha iniziato la presa (attendere circa 12 ore a basse temperature e U.R. elevata attendere 24 ore). In caso di rischio di fessurazione, è possibile armare weber.therm x-light 042 con rete porta-intonaco.

Staggiare senza comprimere fino ad ottenere una superficie piana, stabile ed omogenea, dello spessore desiderato. Lisciare l'intonaco e lasciarlo maturare, almeno 2 giorni per ogni centimetro di spessore. I tempi di asciugatura possono variare in funzione delle condizioni climatiche.

A maturazione compiuta procedere con rasatura in due mani di weber.cem RK355 o weber.cem RP370, interponendo tra la prima e la seconda mano la rete d'armatura in fibra di vetro alcali resistente weber.cem rete (o weber.therm RE160), per garantire una maggiore resistenza alle sollecitazioni meccaniche.

Ad avvenuta stagionatura della rasatura armata (almeno 1 settimana), finire con rivestimenti colorati a spessore o pitture scegliendo tra quelli compatibili della gamma weber.cote.

Soluzione con i seguenti prodotti weber

weber.therm x-light 042

Intonaco termoisolante alleggerito con microsfere di EPS

webertec BTconsolida35

Betoncino per applicazione meccanizzata fibrato

weber.cem RK355

Rasante idrofugato per intonaci o calcestruzzo, a finitura civile fine di colore bianco o grigio, per esterni ed interni

weber.cem RP370

Rasante idrofugato per intonaci o calcestruzzo, a finitura civile media, di colore bianco o grigio, per esterni ed interni

webermix rinzaffo

Rinzaffo premiscelato in polvere, di colore grigio, per preparazione di superfici interne o esterne da intonacare.

weber.therm RE160

Rete di armatura in fibra di vetro alcali resistente specifica per sistemi a cappotto weber.therm dotati di ETA