Il nostro sito web utilizza i cookie per assicurarle una miglior navigazione.
Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarle pubblicità e servizi in linea con le sue preferenze. Per saperne di più clicchi qui . Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, lei acconsente all’uso dei cookie.

Weber Saint-Gobain - Official website of the company

weberplan MR81 FORTE

weberplan MR81 FORTE
weberplan MR81 FORTE

Nuovo

Plus prodotto

  • Altissime resistenze
  • Essiccazione in tempi certi
  • Per applicazioni in interno ed esterno
  • Carrabile

 

 

Massetto ad alta resistenza meccanica, finitura ultra compatta ed essiccazione medio rapida, ritiro compensato

Caratteristiche

Campi d'impiego

Ideale per la realizzazione del massetto in pavimentazioni destinate a ricevere carichi elevati o soggette ad elevato traffico pedonale (centri commerciali, capannoni industriali, ospedali, edifici pubblici). Utilizzabile anche in aree carrabili come scivoli per accesso ai box, aree parcheggio condominiali e aree urbane pedonali. In ambito residenziale ideale per la realizzazione di massetti galleggianti su pannelli isolanti o impianti radianti. weberplan MR81 FORTE deve essere sempre rivestito e a tale scopo è idoneo a ricevere qualsiasi tipologia di ceramica, marmi, pietre naturali, legno, moquettes, rivestimenti resilienti, resine epossidiche o poliuretaniche. Particolarmente indicato per essere rivestito con gli autolivellanti di finitura della gamma weberfloor (weberfloor design , weberfloor 4610 Industry Top , weberfloor 4630 Industry Lit ).

Supporti: Tutti i tipi di supporti purchè stabili e non soggetti a risalita di umidità.

Non applicare su: Sottofondi sottoposti a risalita di umidità. In tal caso sarà necessario interporre un elemento separatore e procedere con la posa desolidarizzata.

Le informazioni contenute in questa scheda sono il risultato delle conoscenze disponibili alla data di pubblicazione. Saint-Gobain PPC Italia non si assume alcuna responsabilità per danni a persone o cose derivanti da un uso improprio di tali informazioni e si riserva il diritto di modificare i dati senza preavviso.

Dati di confezione

Confezioni:
sacco da kg 25
Aspetto:
polvere grigio scura
Durata:
- Efficacia caratteristiche prestazionali: 12 mesi nelle confezioni integre al riparo dall’umidità

Consumo

Prodotti Consumi Spessori
weber.plan MR81 forte 18-20 kg/mq per cm (a seconda del livello di compattazione)

Documentazione

Invia o scarica la documentazione

E' possibile inviare la documentazione ad un indirizzo di posta elettronica o scaricarla.

Applicazione

Caratteristiche di messa in opera

Acqua d'impasto: 7,5%-8%
Tempo di riposo dell'impasto: 0 min
Temperatura di applicazione: da +5°C a +35°C
Tempo di vita dell'impasto: > 120 min
Transitabilità: 12 ore

Spessore:
• Posa in adesione: min 2 cm (con boiacca cementizia)
• Posa desolidarizzata: min 3 cm
• Posa galleggiante: min 4 cm
• Posa su impianto radiante: min 4 cm (spess. min sopra tubo 2 cm)
• Posa in esterno: min 4 cm destinazione pedonale - min 5 cm destinazione carrabile

Tempo di ricopertura:
spess. medio di 4 cm:

• Ceramica: 12-24 ore
• Pietre naturali, marmo: 2 gg
• Legno e resilienti: 6-7 gg
• Gamma weberfloor: dopo 48 ore

*Questi tempi calcolati a 23°C e U.R. 50% vengono allungati dalla bassa temperatura associata ad alti valori di U.R. e ridotti dal calore.

Attrezzi

  • Betoniera
  • Impastatrice in continuo
  • Pompa a pressione

Preparazione impasto

Massetto ancorato

Verificare che il supporto sia asciutto, privo di crepe, compatto, senza parti friabili o residui di vernice, cere, oli, grasso o tracce in gesso. Fissare lungo le pareti perimetrali ed i pilastri un nastro di materiale comprimibile che abbia uno spessore tra 4 e 8 mm. Preparare la boiacca di ancoraggio miscelando 1 kg di lattice weber L50 - 1 litro di acqua - 3 kg di cemento. Stendere la boiacca per uno spessore di circa 2 mm utilizzando una pennellessa o spazzolone, posando il massetto fresco su fresco; la boiacca ha un tempo di utilizzo di circa 50-60 minuti, quindi dovrà essere preparata in quantità tale da consentirne l'utilizzo entro questi termini. Canalizzazioni o tubazioni di impianti elettrici devono essere adeguatamente vincolate con malta cementizia e lo spessore minimo del massetto weberplan MR81 FORTE sopra le stesse deve essere minimo di 2 cm. In questi punti П buona regola interporre nello spessore del massetto, una rete metallica zincata a maglie strette (circa 3 cm).

Massetto non aderente o desolidarizzato

I massetti desolidarizzati sono realizzati interponendo tra il massetto stesso e il supporto, uno strato separatore orizzontale non comprimibile (ad esempio foglio di polietilene o PVC). Tale modalità di realizzazione deve consentire di svincolare la pavimentazione dalle deformazioni della struttura portante. Lo strato separatore, se specificatamente richiesto, dovrà creare una barriera al vapore efficace e durevole che impedisca la risalita di umidità dal sottofondo. I fogli devono essere sovrapposti tra loro di almeno 20 cm su un sottofondo che deve presentarsi possibilmente planare. Una volta steso l'elemento di separazione, fissare lungo le pareti perimetrali ed i pilastri un nastro di materiale comprimibile che abbia uno spessore tra 4 e 8 mm. PuШ essere prevista un'armatura (rete da 2 a 5 mm massimo e maglia da 5x5 a 20x20 cm) per favorire la distribuzione dei carichi ed evitare fenomeni di punzonamento.

Massetto galleggiante

I massetti galleggianti sono realizzati interponendo tra il massetto stesso e il supporto, uno strato separatore orizzontale comprimibile (pannelli isolanti, feltri ad alta grammatura fonoassorbenti), il quale dovrà essere posato su un supporto che sia il più planare possibile. Pertanto in presenza di canalizzazioni (idrauliche e/o elettriche che dovranno preventivamente essere calottate con malta cementizia) è necessario procedere prima con un riempimento tramite il sottofondo alleggerito weberplan IsoLight250 realizzando uno spessore minimo di almeno 5 cm (3 cm solo in caso di supporti ben consolidati). Una volta steso il pannello isolante o il feltro fonoassorbente, fissare lungo le pareti perimetrali ed i pilastri un nastro di materiale comprimibile che abbia uno spessore tra 4 e 8 mm. In questo caso lo spessore del massetto deve essere dimensionato in relazione alle caratteristiche di comprimibilità degli strati sottostanti e può essere prevista un'armatura (rete da 2 a 5 mm massimo e maglia da 5x5 a 20x20 cm) per favorire la distribuzione dei carichi ed evitare fenomeni di punzonamento.

Applicazione

Preparazione dell'impasto:

weberplan MR81 FORTE può essere impastato con circa 2 litri di acqua per sacco da 25 kg servendosi di una betoniera a bicchiere, una macchina impastatrice in continuo o una pompa a pressione. Nel caso si utilizzi la betoniera, il materiale deve essere impastato al massimo per 2 minuti; trascorso questo intervallo di tempo non lasciare girare la betoniera con materiale all'interno. Nel caso si utilizzi un'impastatrice in continuo regolarne il flussimetro sino a consistenza ottimale. Il materiale impastato durante la regolazione del flussimetro non dovrà essere utilizzato. Nel caso si utilizzi una pompa a pressione, caricare la camera di miscelazione e aggiungere acqua sino a consistenza ottimale e lasciare impastare per non oltre 1 minuto, dopodichè mettere in pressione e scaricare. L'impasto in tutti i casi dovrà avere una consistenza di "terra umida" del tutto simile ad un massetto tradizionale. Stendere il materiale impastato, compattarlo bene, livellarlo con staggia e rifinirlo con frattazzo o macchina a disco rotante. In caso di interruzione del getto è importante realizzare un giunto di costruzione che deve essere eseguito con taglio netto verticale per tutto lo spessore e per tutto il suo sviluppo. Si dovranno prevedere soluzioni - per esempio l'uso di barrotti o rete - per limitare gli imbarcamenti e collegare la porzione realizzata successivamente. La fase di compattazione deve essere eseguita con particolare attenzione perchè da questa operazione dipendono le resistenze meccaniche del massetto. L'umidità residua deve essere misurata esclusivamente con l'ausilio di un igrometro a carburo.

Rifinitura della superficie

La superficie di weberplan MR81 FORTE può essere rifinita con frattazzo o con macchina a disco rotante. Se compattato bene può ricevere direttamente qualsiasi tipologia di rivestimento. Può essere altrimenti livellato con gli autolivellanti weberfloor 4150 e weberfloor 4320 o con il livellante rasante ad alta resistenza weberfloor Planitec.

Avvertenze e raccomandazioni

  • Tenere i sacchi al riparo dal sole e dall'umidità
  • Non prolungare la miscelazione per più di 2 min
  • Nelle riprese di getto inserire sempre una rete elettrosaldata Ø 5 per almeno 10 cm per assicurare la monoliticità del manufatto
  • Non superare i dosaggi di acqua consigliati
  • In caso di posa di parquet, rivestimenti resilienti, verificare con igrometro a carburo, umidità residua inferiore al 2%

Dati tecnici

Dati tecnici

Granulometria: ≤ 3 mm
Resistenza a compressione:
rif. EN 13892-2

• a 3 gg: 25 N/mm2
• a 7 gg: 30 N/mm2
• a 28 gg: 40 N/mm2
Resistenza a flessione:
rif. EN 13892-2

• a 3 gg: 5 N/mm2
• a 7 gg: 6 N/mm2
• a 28 gg: 7 N/mm2
Umidità residua:
• a 3 gg: 3%
• a 7 gg: 2,0%
• a 28 gg: 1,6%
Reazione al fuoco: A1fl
Massa volumica del prodotto indurito: circa 2200 Kg/m3
Conduttività termica: λ = 1.60 W/mK (UNI EN 12667)

*Questi valori derivano da prove di laboratorio in ambiente condizionato e potrebbero risultare sensibilmente modificati dalle condizioni di messa in opera.

Conformità

Voce di Capitolato

Realizzazione di massetto interno o esterno con prodotto premiscelato cementizio pronto all'uso, a ritiro ridotto, a indurimento ed essiccazione medio rapida in grado di avere dopo 7 giorni un'umidita residua non superiore al 2,0%, tipo weberplan MR81 FORTE di Saint-Gobain PPC Italia S.p.A. ed idoneo per la realizzazione di massetti in pavimentazioni destinate a ricevere carichi elevati, carrabili o soggette ad elevate traffico pedonale. Il massetto cementizio deve essere classificato CT-C40-F7 secondo la normativa europea EN 13813 e deve garantire già dopo 3 gg una resistenza a compressione di almeno 25 N/mm2 e a flessione di almeno 5 N/mm2 .

LIBRERIA BIM